La Cattedrale di Santa Maria Assunta è il cuore religioso di Napoli. Ospita infatti la Cappella del Tesoro di San Gennaro nella quale sono custodite le due ampolle preziose contenenti il sangue del Santo patrono della città.

Capolavoro architettonico

Il Duomo di Napoli è un capolavoro di architettura sacra. La sua costruzione si pone tra il XIII e il XIV secolo, sotto la dominazione angioina, ma subisce vari rimaneggiamenti nel corso dei secoli, fino al rifacimento della facciata a fine Ottocento, che mantiene comunque il portale quattrocentesco di Antonio Baboccio da Piperno, con sculture di Tino da Camaino. L’interno della cattedrale è essenzialmente barocco. Il soffitto a cassettoni è seicentesco, così come il fonte battesimale, realizzato in basalto egiziano.

Sulle pareti della navata vi sono dipinti di Luca Giordano raffiguranti Apostoli e Dottori della Chiesa, sulla fascia superiore, ed i Santi patroni di Napoli nei tondi della fascia inferiore. Sui sedici pilastri invece hanno posto le edicole con i busti dei primi sedici vescovi della città, scolpiti tra il Seicento e il Settecento.

Le Cappelle

Del Seicento è pure la Cappella del Tesoro di San Gennaro, che custodisce le reliquie del santo: il cancello in bronzo su disegno di Cosimo Fanzago che la chiude, insieme all’altare in porfido progettato da Francesco Solimena, al dipinto di Giuseppe Ribera, pittore spagnolo tra i più importanti caravaggeschi a Napoli, raffigurante San Gennaro illeso nella fornace di Nola, e alle 51 statue di santi in argento che si trovano all’interno, testimonia la magnificenza del Barocco napoletano. Nella cappella è esposto il busto reliquiario di San Gennaro, una scultura in oro e argento eseguita dai maestri provenzali Etienne GodefroyGuillame de Verdelay e Milet d’Auxerre nel 1305.

duomo_di_napoli_cappella_capece_minutolo_sangennaroedintorni

La Cappella Minutolo, invece, conserva la sua architettura in forme gotiche. Questa cappella, resa celebre dalla novella del Boccaccio di Andreuccio da Perugia, ospita il ricchissimo monumento sepolcrale, anch’esso in forme gotiche, del cardinale Enrico Capece Minutolo.

Gli scavi archeologici

Si possono visitare anche gli scavi archeologici della cappella di Santa Restituta, basilica paleocristiana risalente nel suo primo impianto al IV secolo d.C., annessa alla Cattedrale, e del Battistero di San Giovanni in Fonte, paleocristiano, anch’esso di IV secolo, costruito contemporaneamente a Santa Restituta. Si tratta del battistero più antico di cui si abbia notizia. Narra la tradizione che la costruzione fu voluta addirittura dell’Imperatore Costantino, l’imperatore che aveva fatto sì che si potesse praticare liberamente la religione cristiana nell’Impero con l’Editto di Milano del 313 d.C. Il Battistero conserva ancora pregiati mosaici sulla volta, a soggetto cristiano, e la vasca battesimale circolare sul pavimento.

duomo_di_napoli_scavi_sangennaroedintorni.itduomo_di_napoli_scavi_2_sangennaroedintorni.itduomo_di_napoli_scavi_3_sangennaroedintorni.it

Gli scavi archeologici al di sotto di Santa Restituta risalgono però molto più indietro nel tempo, arrivando all’età greca e poi romana: il tempio di Apollo, una domus tardoimperiale e un tratto di acquedotto di età romana. Da Neapolis a Napoli la città non smette mai di vivere: gli scavi archeologici consentono di percepire lo scorrere del tempo nelle sovrapposizioni di muri e di edifici che dalla città greca si sono succedute fino ad oggi.

Come raggiungerci

Via Duomo, 149 – 80138 Napoli

Metro Linea 1 – Fermata Dante
A piedi 1 km, 12 minuti

Autobus R2 – Fermata Umberto I°– Academy School
A piedi 649 m, 9 minuti

Metro Linea 2 – Fermata Piazza Cavour
A piedi 644 m, 8 minuti

Autobus E1 E2 – Fermata via Duomo – Tribunali
A piedi 124 m, 1 minuto

ORARIO E PREZZI

Lun-sab ore 8.00 – 12.30 / 16.30 – 19.00
Dom e festivi ore 8.00 – 13.30/ 17.00 – 19.30

CONTATTI

081 42 16 09
081 44 90 97
081 29 47 64

Summary
Article Name
Il Duomo di Napoli | San Gennaro & Dintorni | Il Centro Storico di Napoli svela i suoi Tesori
La Cattedrale di Santa Maria Assunta è il cuore religioso di Napoli. Ospita infatti la Cappella del Tesoro di San Gennaro nella quale sono custodite le due ampolle preziose contenenti il sangue del Santo patrono della città.
Dintorni
Author
Publisher Name
Overall Media
Publisher Logo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta sempre aggiornato sugli eventi del Centro Storico di Napoli

Complimenti! Ti sei iscritto alla Nostra Newsletter