La facciata potrebbe forse passare inosservata, lungo via Francesco De Sanctis, nel cuore del centro di Napoli. Eppure la Cappella Sansevero ha un fortissimo richiamo. Nota nel mondo per la statua del Cristo Velato, capolavoro in marmo del 1753 dello scultore Giuseppe Sanmartino, la Cappella Sansevero è un luogo in cui arte, mistero e leggenda si mescolano.

Museo cappella Sansevero

La Cappella Sansevero di Napoli è il mausoleo della famiglia di Sangro, luogo di sepoltura dei rampolli di questa dinastia. Il motivo della sua fama è dovuto a Raimondo di Sangro, uomo dal multiforme ingegno, inventore, alchimista, Gran Maestro della Massoneria, che seppe costruire intorno alla propria persona un vero e proprio mito.

Essa deve proprio a Raimondo e al suo progetto iconografico grandioso la sistemazione attuale, con veri capolavori dell’arte quali, oltre al Cristo Velato, la Pudicizia di Antonio Corradini, il Disinganno e l’Amor Divino di Francesco Queirolo, il Monumento a Cecco di Sangro di Francesco Celebrano. Quest’ultimo, in particolare, raffigura il defunto Cecco mentre esce dalla tomba e rappresenta davvero un episodio della sua vita: quando in battaglia, ritenuto morto, fu subito seppellito, ma risvegliatosi, uscì dalla tomba tra la meraviglia di tutti.

cappella sansevero

La volta della cappella è affrescata da Francesco Maria Russo, il quale dipinge la Gloria dei Di Sangro, in un’insieme illusionistico di fantasiose architetture, di figure vivaci che convergono verso il centro, dove vola la colomba dello Spirito Santo coronata da un triangolo, simbolo denso di significati massonici. Ogni opera d’arte e decorazione è commissionata e decisa da Raimondo con precisione assoluta che non ammette modifiche.

Il Cristo Velato

Il giovane artista napoletano Giuseppe Sanmartino nel 1753 fu incaricato da Raimondo di Sangro di realizzare “una statua di marmo scolpita a grandezza naturale, rappresentante Nostro Signore Gesù Cristo morto, coperto da un sudario trasparente realizzato nello stesso blocco della statua”.

cappella sansevero

Il Sanmartino si supera. Realizza un’opera di un’intensità incredibile: da sotto il sudario, trasparentissimo, leggerissimo, emergono le membra del Cristo, la sofferenza della morte, il realismo del corpo esanime e del volto abbandonato. Quel velo impalpabile che copre il corpo del Cristo e la perfezione stessa della resa delle carni al di sotto di esso hanno fatto sì che si alimentasse la leggenda che la statua fosse stata in realtà il risultato di un esperimento, l’ennesimo, del Raimondo di Sangro alchimista.

cappella sanseverocappella sanseverocappella sansevero

Leggenda o meno, la statua fu da subito considerata un capolavoro, anche da scultori del calibro di Antonio Canova che, un secolo dopo, ne riconosceva ammirato l’indiscussa bellezza. La sua fama non si è spenta: oggi il Cristo Velato è considerato a tutti gli effetti un simbolo di Napoli.

La Cavea sotteranea e le macchine anatomiche

Un ambiente molto sucappella sanseveroggestivo è la cavea sotterranea che inizialmente, nelle intenzioni di Raimondo, doveva accogliere il Cristo Velato e che invece ospita due macchine anatomiche, ovvero due scheletri, di un uomo e di una donna, completamente scarnificati, ma col sistema artero-venoso perfettamente integro.

 

Anche sulle due macchine aleggia la leggenda popolare: vi è la credenza, infatti, che esse siano ciò che resta di due servitori di Raimondo di Sangro, vittime di un suo qualche esperimento di alchimia. In realtà furono realizzate dal medico Giuseppe Salerno su precisa indicazione del principe Raimondo; non si conosce però l’esatto procedimento seguito per preservare, o riprodurre, l’apparato circolatorio umano.

Come raggiungerci

Via Francesco De Sanctis, 19/21 – 80134 Napoli

Metro Linea 1 – Fermata Dante
A piedi 545 m, 6 minuti

Autobus R2 – Fermata Umberto I° – Academy School
A piedi 1 km, 15 minuti

Metro Linea 2 – Fermata Piazza Cavour
A piedi 988 m, 12 minuti

Autobus E1 E2 – Fermata via Duomo – Tribunali
A piedi 580 m, 6 minuti

Orario e prezzi

Lun-sab 10.30 – 17.30
Dom e festivi 10.00 – 13.00
Chiuso martedì

Intero = € 7.00
Minori di 10 anni = GRATIS
Da 10 a 25 anni = € 5.00

Summary
Cappella Sansevero
Article Name
Cappella Sansevero
La facciata potrebbe forse passare inosservata, lungo via Francesco De Sanctis, nel cuore del centro di Napoli. Eppure la Cappella Sansevero ha un fortissimo richiamo. Nota nel mondo per la statua del Cristo Velato, capolavoro in marmo del 1753 dello scultore Giuseppe Sanmartino, la Cappella Sansevero è un luogo in cui arte, mistero e leggenda si mescolano.
Dintorni
Author
Publisher Name
Overall Media
Publisher Logo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta sempre aggiornato sugli eventi del Centro Storico di Napoli

Complimenti! Ti sei iscritto alla Nostra Newsletter